"...io, ...cresciuto fra i saggi ignoranti di montagna che sapevano Dante a memoria e improvvisavano di poesia, io, tirato su a castagne e ad erba spagna, io, sempre un momento fa campagnolo inurbato, due soldi d'elementari ed uno d'università, ma sempre il pensiero a quel paese mai scordato dove ritrovo anche oggi quattro soldi di civiltà ..." (Addio, F. Guccini)

28 aprile 2010

Il futuro appartiene a coloro che credono alla bellezza dei loro sogni!

Pubblico con piacere il quesito di un Anonimo peteciano, al quale ho ritenuto di dover dare  un titolo   citando la first lady statunitense Eleanor Roosevelt.

"Vorrei fare una domanda a tutti i ragazzi peteciani, e chi vuole può rispondere, la domada è questa: Secondo voi,
1) In proiezione temporale di 15 anni come e cosa cambierà nel nostro paese?
2) Cosa vorreste che cambiasse?
Ciao a Tutti"