"...io, ...cresciuto fra i saggi ignoranti di montagna che sapevano Dante a memoria e improvvisavano di poesia, io, tirato su a castagne e ad erba spagna, io, sempre un momento fa campagnolo inurbato, due soldi d'elementari ed uno d'università, ma sempre il pensiero a quel paese mai scordato dove ritrovo anche oggi quattro soldi di civiltà ..." (Addio, F. Guccini)

21 agosto 2009

Panico a Turania per la ricomparsa di Cornacchia!

Il ritorno dell'antica "Voce peteciana" pare abbia generato un certo panico negli ambienti politici locali. I più, assai "preoccupati", si staranno chiedendo: "Con chi starà, chi castigherà, con chi è amico o nemico politico 'sto rompicoglioni de Cornacchia?" La risposta è semplice e chiara: "Cornacchia è cantachiaro, nemico del pappone e del somaro". Non sta politicamente con nessuno e non è mai stato "contro" qualcuno (per cui non serve che vi pariate la Culatta) . Cornacchia, che piaccia o no, è la sola voce satirica di Turania....niente di più (chi deve intendere intenda e stia in campana, perchè Cornacchia non risparmierà nessun pappone, nessun somaro, nessun autostoppista della politica e, soprattutto, nessun vecchio e nuovo trombone). Meditate gente, meditate!!